PORTE BLINDATE

Che cos’è una porta blindata?

La porta blindata è una porta di sicurezza in grado di proteggervi da eventuali tentativi di scasso o di effrazione. Per questo viene anche chiamata porta anti-effrazione.

 

Da quali elementi è composta?

E’ composta da:

– una corazza in acciaio incernierata su un telaio (anch’esso in acciaio) agganciato allo stipite in muratura

– una o più serrature di sicurezza

– dei chiavistelli che garantiscono la chiusura in più punti della porta

– altri dispositivi di protezione contro lo scasso

Come posso scegliere la porta blindata più adatta alle mie esigenze in base alla sua robustezza?

Le porte blindate sono certificate da diverse normative (la norma italiana UNI 9569 e da alcune norme europee come la UNI Env 1627-30), che dividono in quattro categorie le porte blindate sulla base di test effettuati in laboratorio (che includono anche vere e proprie simulazioni di scasso).

– Classe 1: le porte blindate di classe1 offrono buona resistenza ad attrezzi che si possono nascondere facilmente e che provocano rumore limitato durante lo scasso, come leve, tenaglie, cacciaviti, piedi di porco, eccetera. Sono indicate per appartamenti in condominio e in luoghi in cui i malintenzionati non hanno molto tempo per lavorare indisturbati.

– Classe 2: garantiscono la protezione da attrezzi manuali rumorosi come seghe, asce, martelli, scalpelli eccetera. Sono adatte a case disabitate per parte dell’anno (come case-vacanza), studi o uffici situati in palazzi in cui i ladri hanno più tempo per tentare lo scasso.

– Classe 3 sono indicate per respingere l’attacco di scassinatori semiprofessionisti dotati di attrezzi elettrici come seghe e trapani.

Sono adatte a case, studi, uffici di banche, pelliccerie, orologerie eccetera.

– Classe 4 sono a prova di professionisti. Proteggono da un tentativo di scasso tramite trapano a percussione e strumenti elettrici di potenza elevata. Sono indicate per case con valori molto preziosi, banche, gioiellerie, impianti militari, ecc.

Quali elementi devo considerare nel momento in cui acquisto una porta blindata?

Quando si sceglie una porta blindata, è necessario informarsi sul materiale da cui è costituita l’anta e sul suo uno spessore, che deve essere di almeno 2,5 mm. Bisogna inoltre considerare il controtelaio, che dovrebbe avere uno spessore minimo di 2 mm, e i dispositivi di regolazione dell’anta, fondamentali per il corretto allineamento e dunque per la perfetta chiusura della porta.

Quando si acquista una porta blindata, è anche opportuno verificare la presenza dell’apposita piastra anti-trapano sulla serratura e di un dispositivo antistrappo denominato defender. Prima di installare una porta blindata bisogna inoltre valutare la tipologia, la solidità e la tenuta della parete alla quale verrà ancorata la porta. E’ necessario inoltre valutare la solidità delle vostre pareti prima di decidere la tipologia di porta blindata che è più opportuno installare a protezione della casa o del luogo di lavoro.

La porta blindata può proteggermi dal freddo?

Si, la porta blindata può isolare termicamente la vostra casa. Per valutare quanto l’isolamento possa efficace, al momento dell’acquisto dovete tenere conto del valore di trasmittanza termica, (che misura la dispersione di calore che avviene attraverso la porta): il suo valore dà anche un’idea del risparmio di energia e dell’impatto ambientale esercitato.

Read more http://www.finestreportegenova.it/faq/faq-porte-blindate/

Sono in una zona particolarmente esposta agli agenti atmosferici, la mia porta blindata può proteggermi dalle intemperie?

Certo, se la porta blindata si trova all’esterno ed è dunque esposta alle intemperie, può essere equipaggiata in modo da migliorare le prestazioni di tenuta all’aria, all’acqua e al vento. Anche in questo caso, specifici test di laboratorio garantiscono le prestazioni.

E’ importante scegliere la serratura?

Anche serratura e cilindro devono essere certificati se devono essere installati su porte blindate certificate a loro volta. Il cilindro, per essere certificato e quindi considerato di sicurezza (in base alla norma Uni En 1303:05), deve rispondere a determinati requisiti di durata e resistenza agli attacchi.

In particolare gli intagli presenti sul cilindro devono definirne la cifratura unica della chiave, nonché devono essere presenti dispositivi anti-trapano, anti-strappo e anti-manipolazione. Quando cilindro e serratura sono privi di certificazione, devono pero essere “qualificati”, cioè dimostrare attraverso una serie di test, che possiedono i requisiti stabiliti dalla norma di riferimento (Uni En 1627), anche in funzione della classe di resistenza della porta a cui appartengono.

 

Chiedi informazioni a riguardo

13 + 12 =

Share This